Riqualificazione energetica: generalità

Perchè riqualificare ?

I due terzi del patrimonio edilizio esistente in Italia sono stati realizzati prima del 1976, anno in cui è entrata in vigore la prima legge sul risparmio energetico. Soprattutto questi edifici, ma anche quelli costruiti fino all'entrata in vigore del DLgs 192/2005 e del DLgs 311/2006, hanno un elevato consumo energetico di cui circa il 70% per il riscaldamento ed il raffrescamento.

Le cause principali sono legate allo scarso isolamento dell'involucro esterno e alla scarsa efficienza degli impianti.
Quindi la riqualificazione energetica permetterebbe una riduzione notevole dei consumi con un conseguente risparmio energetico.

Quali sono le fasi di una riqualificazione energetica?
  • analisi energetica
  • coibentazione a cappotto
  • sostituzione infissi
  • efficientamento degli impianti termici
  • integrazione delle fonti rinnovabili